Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ottico

APRIRE LA PARTITA IVA E COSTI DI GESTIONE. QUANTE IMPOSTE E CONTRIBUTI DEVE PAGARE UN OTTICO? COME CALCOLARE IL REDDITO PREVIDENZIALE IMPONIBILE ED IL REDDITO IMPONIBILE FISCALE?

Descrizione attività:

L’ottico si occupa della progettazione, realizzazione, riparazione e/o vendita al pubblico di occhiali, lenti e lenti a contatto, occhiali sportivi e occhiali da sole in base alle esigenze di ogni singolo cliente. 

È un esperto di dispositivi oftalmici per la correzione dei difetti visivi più comuni (come miopia, presbiopia, astigmatismo) e si avvale di strumentazione ottica specifica per la sagomazione delle lenti ed il loro assemblaggio nelle montature. 

Compila e firma il certificato di conformità degli ausili ottici in base alla normativa vigente.

 

Requisiti:

  • Diploma specifico di scuola secondaria superiore e superamento esame per la qualifica di operatore ottico
  • Iscrizione al Sistema TS

CODICE ATECO 47.78.20 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MATERIALE PER OTTICA E FOTOGRAFIA

REGIME FISCALE:

  • Percentuale di redditività nel regime di flat tax: 67%
  • Gestione previdenziale: INPS Gestione COMMERCIANTI con pagamento annuale minimo di euro 3.843,08 fino ad un reddito annuale di euro 15.953,00.  Sulla parte eccedente euro 15.953,00 è dovuto un ulteriore contributo del 24.09%.  E’ possibile richiedere la riduzione del 35% dei contributi dovuti e sopra indicati. (link sito inps gestione commercianti).
  • Iscrivibile come impresa artigiana: NO

N.B.: L’attività può essere iscrivibile come impresa artigiana nel caso in cui sia prevalente l’attività di laboratorio. 

  • Iscrizione INAIL: Non dovuta per i commercianti (a meno che non sia in forza personale dipendente con costo massimo annuale nel caso di Regime Forfettario pari a € 20.000)
  • Iscrizione C.C.I.A.A.: SI e S.C.I.A. in Comune per commercio al dettaglio di generi non alimentari

Per il Regime Contabile Semplificato Ordinario cliccare qui

Ti potrebbero interessare anche