Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

INDENNITA’ PER I LIBERI PROFESSIONISTI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS – DECRETO RILANCIO

IL "DECRETO RILANCIO" HA RICONOSCIUTO INDENNITA' SPECIFICHE AI VARI CONTRIBUENTI COLPITI DALLA CRISI ECONOMICA LEGATA AL COVID -19

Il Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), all’art. 84 ha previsto indennità per le diverse categorie di lavoratori.

Per il mese di aprile 2020 è stata riconosciuta una indennità pari ad € 600,00 ai contribuenti già beneficiari della medesima indennità  per il mese di marzo 2020, prevista nel D.L. 18/2020, ed in particolare:

  • Ai liberi professionisti con partita iva attiva al 23/02/2020, iscritti alla Gestione Separata INPS
  • Ai lavoratori co.co.co. anch’essi iscritti ala Gestione Separata INPS
 
L’indennità nel mese di aprile viene erogata in automatico, senza necessità di ulteriori istanze all’INPS, a tali soggetti, purché non titolari di pensioni e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.
 
Per il mese di maggio 2020 viene invece riconosciuta una indennità pari ad  € 1.000 ai liberi professionisti iscritti alla Gestione separata INPS con partita iva attiva alla data del 19 maggio 2020, a patto che:
 
  • Non siano titolari di pensione
  • Non siano iscritte ad altre forme previdenziali obbligatorie
  • Il reddito (individuato secondo il “principio di cassa”) del bimestre marzo e aprile 2020 abbia subito una riduzione di almeno il 33% rispetto allo stesso bimestre dell’anno 2019. Tale reddito va individuato come differenza tra i ricavi/compensi percepiti ed i costi sostenuti  nel periodo, comprensivo di eventuali quote di ammortamento.
 
Il contribuente interessato dovrà inoltrare la richiesta all’INPS, autocertificando il possesso dei requisiti richiesti.
 

I liberi professionisti non possono invece beneficiare del contributo a fondo perduto previsto nel Decreto Rilancio (D.L. 34/2020). 

Per ulteriori informazioni sul Contributo a Fondo Perduto cliccare qui.

 

Ti potrebbero interessare anche

B&B

APRIRE LA PARTITA IVA E COSTI DI GESTIONE. QUANTE IMPOSTE E CONTRIBUTI DEVE PAGARE UN B&B? COME CALCOLARE IL REDDITO PREVIDENZIALE IMPONIBILE ED IL REDDITO FISCALE IMPONIBILE?

Leggi